Greenwashing

Un termine sempre più usato, ma cosa significa?

Greenwashing è un termine coniato prendendo ispirazione dalla parola “whitewashing” termine che sta ad indicare le azioni di un’azienda o organizzazione tese a coprire eventuali avvenimenti scandalosi o negativi, presentando i fatti in maniera fuorviante.
Allo stesso modo, “greenwashing” rappresenta la volontà di un’organizzazione o azienda di dipingersi al pubblico come attenta all’ecologia e alla salvaguardia dell’ambiente, presentando fatti falsi o fuorvianti.
Significa, insomma, “mentire” al consumatore cercando di capitalizzare sulla crescente domanda di prodotti ecologici, salutari e naturali.

Nonostante alcuni degli impegni “green” pubblicizzati dalle aziende siano veritieri, altri sono semplici bugie.
Certe aziende investono più risorse nella creazione di una comunicazione fuorviante, piuttosto che nel minimizzare davvero il loro impatto ambientale.

Le modalità attraverso cui le aziende attuano il greenwashing sono diverse:

  • modifiche al nome dei prodotti e del brand
  • modifiche del logo e dei motti delle aziende
  • cambio delle grafiche, colori e packaging dei prodotti
  • vere e proprie campagne di comunicazione non supportate da fatti concreti
  • utilizzo di termini vaghi e fuorvianti come “naturale”, “green”, “biologico”, “eco-friendly”….

Il termine greenwashing è apparso per la prima volta in uno studio degli anni ’80, facendo riferimento al fenomeno per il quale molti hotel invitano i propri ospiti a riutilizzare gli asciugamani per la salvaguardia dell’ambiente, quando il vero obiettivo è quello di risparmiare sui costi di lavanderia.

Quando un’azienda ha un vero impegno nei confronti dell’ambiente, non solo lo comunica, ma ne fornisce anche le prove.
Se si ha un dubbio su ciò che un’azienda comunica in merito all’impatto ecologico dei suoi prodotti, servizi o processi, è bene controllare il loro sito o contattarli per richiedere ulteriori informazioni. Se ciò che dicono è vero sarà possibile consultare dati, report, e altri elementi oggettivi a sostegno delle loro affermazioni.

Al giorno d’oggi è più importante che mai che le aziende assumano un vero e proprio impegno nei confronti dell’ambiente. Per questo, da consumatore, ognuno di noi ha il dovere di informarsi e supportare solo chi ha a cuore, per davvero, la salvaguardia del pianeta.

(Fonti investopiedia.com e businessnewsdaily.com