USA: stop al commercio di pinne di squalo

Il Senato americano passa una legge per vietare il commercio di pinne di squalo su territorio US

Pochi giorni fa al Senato degli Stati Uniti è passata una legge che mira alla proibizione del commercio di pinne di squalo e di prodotti che le contengano, su tutto il territorio Americano.
La proposta di legge ora deve venire approvata dalla House of Representatives per diventare effettiva.

Sarebbe un bel passo in avanti considerato che gli Stati Uniti ad oggi è un importante importare di questo prodotto. Infatti, negli USA è vietata l’attività del cosiddetto “finning” cosi come il possesso di pinne di squalo a bordo di una nave, ma ad oggi non se ne vieta il commercio.

Lo “shark finning” è una pratica tra le più disumane, in cui si tira a bordo il povero squalo, gli si recidono le pinne (va da se, senza nessuna forma di anestetico) e poi viene ributtato in mare. Senza pinne, lo squalo va a fondo, dove morirà di stenti.

Questa pratica, ed il commercio dei suoi prodotti deve essere vietata ovunque nel mondo, perché oltre ad essere una barbarie, contribuisce anche all’estinzione di questo animale che è tra i più antichi del mondo.

Questa notizia è un passo nella giusta direzione, che speriamo possa essere preso d’esempio da altri.