Conservare i prodotti in cucina

Ridurre gli sprechi in cucina non è sempre semplice, ma c’è qualche accortezza utile per mantenere i cibi più a lungo!

Mantenere uno stile di vita zero waste è più semplice in alcuni ambiti, e più difficile in altri.

Può essere impegnativo per esempio in cucina, in cui ai rifiuti che derivano da confezioni e contenitori si aggiungono anche gli scarti alimentari.

È bene ricordare infatti che “Zero waste” non fa solamente riferimento al tentativo di evitare la plastica o i materiali da confezionamento, ma cerca di eliminare i rifiuti di ogni genere, anche quelli alimentari. 

Ecco quindi una piccola lista di accortezze che possono essere d’aiuto per evitare di buttare il cibo.

Se hai comprato troppo prezzemolo/basilico/salvia fresco e temi che dovrai buttarlo perché andrà a male, stacca invece le foglie e mettile negli stampi per i cubetti di ghiaccio, riempi meta d’acqua e meta d’olio e congela: saranno pronti all’uso ogni volta che ne avrai bisogno per cucinare!

Carote e sedano stanno per andare a male? Tagliale a listarelle e conservale in frigo dentro un contenitore di vetro pieno d’acqua, dureranno fino ad una settimana in più!

Non buttare via bucce e scarti delle verdure. Conservali di volta in volta in una busta riutilizzabile nel congelatore, quando ne avrai abbastanza potrai farci un brodo vegetale da filtrare!

Quasi tutti i frigoriferi hanno due cassetti per la frutta e la verdura, quando fai la spesa ma hai ancora della verdura dalla spesa precedente in frigo, usane uno dei due come il cassetto “mangia prima noi”, e al suo interno metti tutti i vegetali più “vecchi”. Per i prossimi 1-2 giorni cerca di finire il contenuto di quel cassetto prima di concentrarti sui prodotto nuovi!

Se hai comprato troppo zenzero e ora non sai che farne per non farlo andare a male, grattugialo negli stampini per il ghiaccio e congelalo, sarà pronto all’uso quando ne avrai bisogno.

Hai troppe cipolle e temi che dovrai buttarne alcune per non farle marcire? Conserva le cipolle in vecchi collant (si, collant!), in questo modo possono conservarsi per diversi mesi!

Alcune fragole hanno delle imperfezioni (come dei lividi un po’ molli di colore più scuro) che non le rendono in alcuno modo non commestibili, ma che di certo sono brutte da servire. Immergile in acqua e ghiaccio per circa 20 minuti e torneranno come nuove!